CABER Magazine

LA_VITA_E_BELLISSIMA_1_.png

Il 25 Marzo si sono aperti i cancelli delle visite didattiche riservate a scolaresche di tutti i livelli ed appassionati. Nel nostro articolo di settembre 2018, vi avevamo già raccontato del Giardino delle Erbe  e del progetto scolastico ad esso associato. Durante le visite, ogni volta scopriamo l’incanto che le nuove piccole generazioni provano contatto con la natura a pochi passi dalla città.

 

Arrivano insieme, mano per mano, come la loro insegnante ha suggerito di fare. Entrano nel Giardino direttamente dallo stabilimento Caber e vengono accolti dal Responsabile Qualità Dr. Matteo Bonoli che per tutta la visita li affiancherà e li coinvolgerà nella visita guidata. Si guardano intorno con gli occhi incantati: alcune anatre si buttano nel macero presente nel giardino ed i bambini sorridono divertiti. 

Mentre seguono il percorso delineato dalle aiuole e dune, sono rapiti dalle spiegazioni che gli vengono riferite mostrando loro e facendo loro toccare ed annusare decine di erbe aromatiche e spezie. Il contatto tra le loro mani curiose e le foglie setose della salvia o gli aghi profumatissimi del rosmarino è un gioioso momento di interazione sensoriale, che li fa immergere ancora di più negli aromi rilasciati tra le loro dita.

Quante domande che fanno! I bambini sono curiosi sulle piante e sulle spezie del Giardino e gli addetti Caber sono sempre ben felici di rispondere raccontando loro le molteplici proprietà delle erbe che le loro nonne da sempre usano nei piatti che loro gustano.

Appena fuori dal Giardino, il loro percorso didattico continua con un tuffo nel passato: un operatore mostra loro il modo in cui la Salamoia Bolognese®fosse preparata dalle massaie con gli strumenti tradizionali dell’epoca e i bambini sono invitati a provare a fare lo stesso, dopo aver rivelato loro  i “segreti” per schiacciare il sale con una bottiglia di vetro e le dosi giuste per creare il gustoso insporitore.

Gli alunni, incuriositi dalla dimostrazione, interagiscono in un gioco fatto di domande e riconoscimenti olfattivi sulle piante che hanno visto e toccato poco prima nel Giardino.

Dopo aver visto dove e come crescono le piante e le spezie, averle toccate ed annusate, dopo aver scoperto le loro proprietà ed il modo in cui, mescolate col sale, venissero elaborate in passato, i bambini arrivano nell’ultima parte del loro percorso: indossati grembiuli e calzari, accedono al reparto produttivo di Caber, dove vedono all’opera i macchinari miscelatori e la linea di confezionamento del vasetto di Salamoia Bolognese®, i cui ingredienti hanno imparato a conoscere all’inizio del loro percorso. 

 

Alla fine della visita, il vasetto che i bambini hanno visto nascere nel campo e finito nel reparto produttivo, viene loro donato, in ricordo della mattinata propedeutica.

Caber crede moltissimo in questo progetto: il Giardino non è solo un campo di sperimentazione ed innovazione per ricercare l’aroma perfetto per i propri insaporitori o spezie, ma è anche un veicolo comunicativo multisensoriale che ambisce ad “educare” le nuove generazioni che non godono della fortuna  che hanno avuto le precedenti nello stare a contatto diretto con la natura e non solo, anche appassionati delle erbe aromatiche, per fare apprendere loro i benefici di queste straordinarie piante.

CABER

English

Social Media