CABER Magazine

proprieta_aglio.jpg

L’aglio (il cui nome scientifico è Allium Satiuum L.) è una pianta molto particolare: o la si ama, o la di odia. Il motivo? Beh, il caratteristico odore e sapore dei suoi piccoli bulbi bianchi, speciali per alcuni, insopportabili per qualcun’altro.

Ma devi sapere che oltre a queste proprietà, l’aglio possiede anche interessanti benefici che aiutano il nostro organismo sotto tanti punti di vista. Ma prima, scopriamo qualcosa di più.

Che cos’è l’aglio?

La pianta dell’aglio è solitamente è alta 30/80 cm, dove troviamo le foglie all’esterno della terra e il bulbo all’interno. Questo bulbo a sua volta è composto da tanti altri piccoli bulbi, quelli che abitualmente sei abituato a vedere in cucina.

Fu utilizzato per primo dagli egizi, ma poi si diffuse velocemente e apparve nelle cucine di greci, romani, cinesi e indiani, fino ad arrivare in ogni angolo del mondo. Ma perché l’aglio è così famoso per le sue proprietà benefiche? Scopriamolo subito.

che cos'è l'aglio

I benefici dell’aglio

In linea generale l’aglio è un valido aiutante nel prevenire alcuni piccoli disturbi, come febbre, malattie cutanee, raffreddore e problemi intestinali. Questo è tutto merito dell’allicina, la molecola responsabile dell’odore caratteristico dell’aglio che si sprigiona quando questo viene danneggiato. Ma oltre a questo l’allicina ha una funzione antibatterica, antimicotica e utile come aiuto per la salute cardiovascolare. Bello vero?

Ma non è tutto:

  • Previene l’influenza, le malattie cutanee, il raffreddore e possibili problemi legati all’intestino
  • Migliora il rapporto tra colesterolo buono e colesterolo cattivo
  • È ricco di sostanze minerali e oligominerali come calcio, potassio, magnesio, folati, vitamina C, provitamina A, vitamina b1 e b2

Ora starai pensando: ok, l’aglio fa bene ma non è che lasci proprio un piacevole odore. Tranquillo, esistono alcuni rimedi casalinghi molto validi. Se ha già consumato l’aglio ti basta masticare una foglia di salvia, o in alternativa menta, chicchi di caffè o semi di anice. Se l’aglio è ancora da cuocere per diminuire gli effetti del suo odore persistente puoi utilizzarlo con la buccia (la camicia) oppure lasciarlo in ammollo nel latte per qualche ora.

aglio per salamoia

C’è anche un’altra soluzione: la nostra Salamoia Bolognese! Realizzata come vuole tradizione utilizzando solo erbe aromatiche fresche, aglio, sale marino e un pizzico di pepe è l’ideale per insaporire tantissimi dei tuoi piatti e donargli un gusto tutto nuovo.

CABER

English

Social Media